Shepherd’s Pie – Torta del Pastore

Mi piace l’idea di portare un po’ di cucina Italiana all’estero con la versione in Inglese di BeyondPasta e adesso con la versione in Italiano posso anche portare un po’ di cucina estera in Italia.

Torta del Pastore - Shepherd's Pie

Nel mondo in questi giorni (dallo scorso weekend in realtà) ci si prepara a festeggiare Saint Patrick’s Day, il giorno di San Patrizio. St. Patrick’s Day si festeggia il 17 marzo in Irlanda ma i molti emigrati Irlandesi nel mondo mantengono la tradizione e soprattutto in America St. Paddy è festeggiato in abbondanza. In occasione della festa di San Patrizio sui blog Americani fioccano ricette Irlandesi da tutte le parti e quest’anno ho deciso di partecipare con una ricetta tradizionale, presto fatto e ho preparato la Shepherd’s Pie, o torta del pastore. Altrettanto velocemente gli amici Irlandesi e Inglesi mi hanno ammonito dicendomi che questa ricetta NON E’ Irlandese bensì Inglese! Da una parte l’orgoglio ferito dei British che possono vantare la creazione di una sola ricetta nota al di fuori dell’Inghilterra: fish and chips! E dall’altra gli Irish che non ne vogliono sapere di appropriarsi indebitamente di ricette British, lunga vita all’Irish beef stew, o era alla regina?

Oltre alla gaff nell’attribuzione della ricetta ho anche un po’ modificato l’originale perché non sono riuscita a trovare carne macinata di agnello ed ho usato macinato di manzo (torta del pastore – agnello, chiaro no?). Anche la copertura di purè ha un ingrediente speciale che vi svelo nella ricetta.

Questa era la prima volta che preparavo questa pie e il risultato è stato strabiliante, da leccarsi i baffi, tanto che ho deciso di scriverla subito sul blog.

Il ripieno è saporito con un gusto deciso, la coperture di purè è vellutata e quasi dolce, e la croccantezza della crosticina in superficie è proprio la ciliegina sulla torta. Deliziosa! La rifarò molte altre volte.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • 1/2 cipolla
  • 250 gr macinato di manzo
  • 1 carota
  • 125 ml Guinness (birra Irlandese)
  • 1/2 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 1/2 cucchiaino di rosmarino
  • 100 gr piselli
  • sale
  • pepe
  • 500 gr patate
  • 40 gr burro
  • 125 ml latte
  • 100 gr philadelphia (ingrediente speciale)
  • 1/4 cucchiaino noce moscata
  • sale

Preparazione

Torta del Pastore - passaggi Shepherd's Pie

Affettate la cipolla molto sottile. Scaldate l’olio in una padella e appassite la cipolla per circa 10 minuti (foto 1), coprendo la padella con un coperchio.

Tagliate la carota in piccoli pezzi. Aggiungete la carota e la carne macinata alla padella e cuocete mescolando per circa 10 minuti finché la carne non sarà più rosa (foto 2).

Aggiungete la Guinness, il concentrato di pomodoro, il prezzemolo, il rosmarino i piselli, sale e pepe e lasciate cuocere per altri 10 minuti.

Nel frattempo preparate il purè. Bollite le patate (intere con la buccia) finché saranno tenere, ovvero finché riuscite a pungerle con una forchetta.

Scolate e pelate le patate. Passatele al passa verdura o riducetele con lo schiaccia patate. Aggiungete il latte, il burro e la philadelphia. Mescolate bene finché otterrete un purè omogeneo, aggiungete la noce moscata e sale quanto basta. Assaggiate il purè per assicurarvi che sia saporito altrimenti aggiungete altro sale.

Torta del Pastore - carne e pure' Shepherd's Pie

Ci siamo quasi! Potete mettere tutto assieme e preparare la vostra Shepherd’s Pie, torta del pastore. Ricoprite il fondo di una teglia da forno con la carne e le verdure (io ho usato due teglie di ceramica da 22×14 cm) e ricoprite con il purè. Io ho usato una sacca da pasticcere con punta larga a stella per spargere il purè, ma non è necessario, l’importante è lasciare la superficie un pò grezza, non deve essere perfettamente liscia perché si formerà una crosticina croccante in forno, e i picchi di purè abbrustolito sono parte della delizia di questa torta del pastore.

Torta del Pastore - Shepherd's Pie

Infornate e cuocete a 180 gradi per 35 minuti. Dato che questa torta non richiede lievitazione io non ho preriscaldato il forno, così ho risparmiato un po’ della costosa energia elettrica tedesca!

Servite la torta del pastore calda e buon appetito!

Torta del Pastore - Shepherd's Pie

Una nota, io ho deciso di preparare la torta del pastore con un bel po’ di pure di copertura, a me è piaciuta cos ma voi potreste decidere di usare un po’ meno purè. Inoltre nulla vieta di usare un purè già pronto, io però preferisco fare tutto da zero (tranne la pasta sfoglia, ma un giorno prometto che proverò a fare anche quella).

Nessun commento.sas

Rispondi