Degustazione di cioccolato

Io e il maritino abbiamo ricevuto una prelibata bottiglia di rum per Natale, e abbiamo pensato che il modo migliore per godercela sarebbe stato con della cioccolata fondente. Ma al supermercato ci siamo trovati di fronte ad una scelta molto vasta di marche di cioccolato, ed anche i prezzi variavano molto! Abbiamo valutato il da farsi per un bel po’ dato che si sa la cosa più costosa non è necessariamente la più buona. Alla fine ci è venuta un’idea brillante: abbiamo deciso di prendere diverse tavolette di cioccolata e fare una piccola degustazione.

Abbiamo preso 3 tavolette. La più economica era una Milka, costava circa 70 centesimi. Poi abbiamo preso una Ritter Sport, a circa 90 centesimi, la Ritter è tedesca quindi abbiamo deciso di provare la cioccolata locale (lo sapevate che a Berlino c’è anche un museo della cioccolata Ritter Sport?). Ovviamente nella nostra degustazione non poteva mancare la cioccolata Lindt, quindi abbiamo preso una tavoletta per la strabiliante cifra di 1,95 euro!

Barrete di cioccolato Milka, Ritter Sport e Lindt

Abbiamo preparato due bicchieri di rum, e due cubetti di cioccolata di ogni tipo per ciascuno. Abbiamo prima assaggiato un pezzetto di ognuna delle tre cioccolate, senza adulterare il sapore con un il rum, e poi abbiamo provato con un sorso di rum e un pezzetto di cioccolata. Il risultato con e senza rum non è cambiato, e sia io che il maritino siamo giunti alle stesse conclusioni (non succede MAI!).

Cubetti di cioccolato e rum per la degustazione

Ed ecco il risultato:

3– Al terzo posto si è piazzata la cioccolata Ritter Sport. Ci ha deluso sia il sapore, amaro ma non fondente e cremoso, e anche la consistenza della cioccolata lasciava molto a desiderare, il cioccolato si spaccava in pezzetti invece di rompersi uniformemente ed essere cremoso.

2– la Milka, che tra quelle scelte era la più economica non ci ha deluso. Unico neo, non era davvero fondente, se l’avessi mangiata senza sapere che era fondente, non penso che avrei indovinato.

1– and the winner is: Lindt! Impareggiabile il sapore della Lindt, cremosa e fondente, piacevolmente amara.

Vale la pena pagare più del doppio per la cioccolata Lindt? Forse, sta a voi decidere. Ma vi assicuro che non è la cioccolata più costosa che io abbia mai mangiato, e non è neanche la più buona. Potete leggere di buonissima e costosissima cioccolata nel mio post su Zurigo.

Devo però specificare che penso che il cioccolato fondente sia uno dei più difficili da fare. Per esempio penso che Ritter Sport e Milka facciano una buonissima tavoletta al latte con le nocciole, quella Ritter è probabilmente la mia preferita, quindi la maggior parte delle volte potete godere di buona cioccolata senza sborsare un capitale. Devo però ammettere che non ho fatto un confronto fianco a fianco con la Lindt… ed è probabilmente meglio non tentare :P

Penso che la nostra degustazione sia stata un’idea brillante! Il rum e il cioccolato fondente si sposano bene, ma potete anche fare una degustazione senza liquore, è stato molto interessante notare le differenze. Penso che valga la pena sapere se quello che state pagando ne vale la pena, e dipende strettamente dal vostro gusto, la cosa più costosa non è necessariamente la migliore. Fate una piccola degustazione e scopritelo da soli :)

 

 

2 Responses to Degustazione di cioccolato

  1. Se ti ricapita una degustazione del genere, prova i prodotti Domori (soprattutto la qualità criollo, che è il papà di tutti i cioccolati), anche se in Italia il prezzo è di circa €3.20 per 25gr di cioccolato ne vale la pena. Anche La Molina, un po’ più economico, è fenomenale, seguito da Baratti E Milano, Maglio e Slitti. Evviva il made in Italy :D

    Altro che Milka e Lindt ;-)

    • Grazie per i consigli :) Durante l’ultimo viaggio in Italia ho mangiato qualche cioccolatino Venchi, e come dici tu ” altro che milka e lindt”! Purtroppo all’estero questi marchi si trovano difficilmente.

Rispondi